S. Eminenza il Cardinale Camillo Ruini in visita al Sentiero Giovanni Paolo II

Su cortese concessione del CPP di Filettino, pubblichiamo l'articolo del sito http://www.sentierogiovannipaolo2.it


Il Card Ruini con San Giovanni Paolo II

Il 22 luglio u.s. Sua Eminenza il Cardinale Camillo Ruini, già Presidente della Conferenza Episcopale Italiana nonché Vicario Generale di Sua Santità San Giovanni Paolo II, ha voluto ripercorrere i passi del grande pontefice che in diverse circostanze ha scelto di trascorrere momenti di solitudine, pace e relax, nei boschi del comune di Filettino. L’Eminente porporato ha voluto fare a piedi il percorso che da Serra S. Antonio conduce al fontanile di Moscosa e che oggi prende il nome di: Sentiero Giovanni Paolo II (www.sentierogiovannipaolo2.it). L’alto prelato ha scelto una giornata magnifica, trovando peraltro a quella quota una temperatura media di 21 gradi centigradi, ben diversa dai quasi 40 gradi che hanno interessato le grandi metropoli italiane in questo periodo. Sul sentiero che si snoda nella faggeta di località Moscosa, ombreggiato per quasi tutto il tragitto, tra le piante di fragole e lamponi maturi che si trovano in gran quantità in questi giorni, il cardinale ha potuto assaporare la quiete di un luogo unico, selvaggio, incontaminato, ed allo stesso tempo, pregare in silenzio, gustando i beni del Creato ed i doni del Creatore che si sono manifestati con tanta bellezza in un luogo così splendido. Se San Giovanni Paolo II ha scelto di tornare tante volte in questo luogo, un motivo ci sarà, e Sua eminenza a proposito ha dichiarato: “San Giovanni Paolo mi ha detto «sono un uomo dei boschi, non dei giardini». Qui evidentemente trovava ciò che meglio corrispondeva alla sua natura e alla sua spiritualità”.

La visita del Cardinale Ruini in uno dei luoghi più visitati in assoluto da un Pontefice, specie a poche settimane dall’inizio del Giubileo della Misericordia, servirà senza ombra di dubbio a promuovere la bellezza di un territorio e di un percorso di fede in un luogo così ameno, dove tutti, in silenzio ed in preghiera, ripercorrendo i passi di San Giovanni Paolo II, potranno sperimentare la vicinanza della propria anima e del proprio spirito alla bellezza della Santità, rappresentata dalla pace e dal silenzio di questo angolo di natura incontaminata, come avrà avuto sicuramente modo di sperimentare il grande Santo Pontefice