Il Vescovo di Avezzano sarà a Filettino per S. Bernardino.

di Paolo Ottaviani – Segr. C.P.P.

Stemma di Mons. SantoroIl 19 maggio 2011, S. Eccellenza Rev.ma Mons. Pietro SANTORO, Vescovo di Avezzano sarà a Filettino in occasione della Solennità di San Bernardino da Siena, protettore del paese.  Il Santo venne proclamato patrono di Filettino nel lontano 19 maggio 1486, quando per sua intercessione , nella località oggi denominata “Cona di S. Bernardino”, a ridosso del centro urbano del paese, si scatenò una prodigiosa pioggia di “ghiande di ferro” che si abbatterono sulle truppe di Virginio Orsini, …per i filettinesi: “ i briganti”…che erano intenti ad occupare, saccheggiare, violentare, la gente del paese, che quindi non ci pensò due volte a rivolgersi alle preci del Santo, conosciuto sicuramente di persona dai nostri avi, in quanto si narra che da vivo, passò a predicare a Filettino, e venne accolto calorosamente dalla popolazione.
Mons. SantoroAncora oggi, come documento storico a ricordo di questo prodigioso evento, viene conservato un documento dell’epoca, purtroppo“bruciacchiato” a seguito del devastante incendio del 1880 che colpì tutto l’abitato di Filettino, nel quale si legge che venne fatta promessa a San Bernardino di nominarlo protettore del paese per aver ottenuto dal Signore, la protezione di Filettino da quella tremenda violenza che stava per essere perpetrata. L’anno scorso dopo 530 anni dalla morte del Santo, per la prima volta nella storia del paese, il Corpo del Santo è stato in peregrinatio a Filettino per ben 20 giorni. Il santo, che a seguito del tremendo sisma che il 5 aprile 2009 ha colpito la città in cui riposava il suo corpo: L’Aquila, si è guadagnato anche l’appellativo di “Santo Terremotato”, poiché a tutt’oggi è sfollato dalla sua basilica aquilana. L’evento della venuta a Filettino è stato oggetto di particolare attenzione da parte della stampa e della televisione, tra cui L’Osservatore Romano, la RAI, ed ha richiamato in paese tantissimi fedeli e devoti. Da qualche anno, oltre al busto argenteo del Santo Protettore, viene portata in processione anche un’altra reliquia ex corpore del Santo; un ossicino, donato alla Parrocchia di Filettino dal Ministro Provinciale dei Frati Minori d’Abruzzo, qualche anno fa. La processione di S. Bernardino da Siena, richiama in paese tutti gli oriundi filettinesi, quindi, si può definire che sia la festa propria dei filettinesi “mmernaroli”, cioè che vivono in paese anche nel periodo invernale quando fa veramente freddo e c’è neve. Per quest’anno, confidiamo anche nella partecipazione di P. Quirino Salomone ofm, molto amato a Filettino, Rettore della Basilica di S. Bernardino da Siena a L’Aquila, che potremmo definire  il vero motore della Peregrinatio del Santo Patrono. Il Vescovo di Avezzano, è stato invitato in paese dal Consiglio Pastorale Parrocchiale di Filettino; la scelta non è stata dettata dal caso, ma dalla conoscenza diretta che molti filettinesi hanno con il Pastore della diocesi Marsicana, visto che siamo legati all’Abruzzo da un gemellaggio, con una Parrocchia della diocesi di Avezzano: la Parrocchia di Capistrello. In occasione della festa di S. Antonio di Padova infatti, i filettinesi si recano a Capistrello, ed hanno modo di incontrare e colloquiare con il Vescovo Santoro, Pastore peraltro molto alla mano. L’evento propizio sarà la Solennità di S. Bernardino da Siena, la sera del 19 maggio 2011, quando converranno a Filettino tanti sindaci con fascia e gonfalone, tante autorità civili e militari, per onorare il santo protettore del paese.