Don Alessandro festeggia il 67° di sacerdozio a Vallombrosa

della Segreteria C.P.P.

Era il lontano 12 luglio 1942, quando il giovane Don Alessandro, Parroco di Filettino, veniva ordinato sacerdote: 67 anni fa.Il 12 luglio, una data particolare, tanto cara anche al Corpo Forestale dello Stato che in quel giorno festeggia il Santo Patrono: San Giovanni Gualberto. Ogni anno, una cerimonia solenne che si svolge nell’abbazia di Vallombrosa (Firenze), vede la partecipazione di migliaia di persone, con la presenza  del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, del Comandante Generale della Forestale, degli Assessori e del Presidente di una de Regioni Italiane, che si avvicendano a turno, oltre a tantissimi sindaci con fascia e gonfalone.

Quest’anno, dopo 20 anni, toccherà di nuovo alla Regione Lazio, donare l’olio che alimenta la lampada che sta accesa davanti alla tomba del protettore dei Forestali d’Italia. Don Alessandro, sarà  “gradito ospite”: così ha esordito il Padre Abate Generale dell’ordine Benedettino Vallombrosano Dom Giuseppe Casetta. 

Verrà accompagnato dai Forestali di Filettino con il Comandante Salvatori e l’Assistente Ottaviani; ad attenderlo a Vallombrosa ci sarà  l’Ing. Cesare Patrone, Capo del Corpo Forestale dello Stato. 

Don Alessandro concelebrerà la santa messa solenne, con tutti i monaci, e con alti prelati che si uniranno per festeggiare San Giovanni Gualberto che è  sepolto lì. L’Arciprete Parroco di Filettino, Prelato d’Onore del Papa, ha festeggiato a marzo scorso il singolare traguardo di 60 anni ininterrotti di Ministero Parrocchiale, ed ora, detiene il titolo di secondo parroco in servizio più anziano d’Italia.

E’ un po’ una “mascotte” di tutti i  preti italiani.

AllegatoDimensione
L’Abate Generale DOM G. CASETTA o.s.b.35.84 KB
L’Ing. Cesare Patrone37.69 KB
Mons. Alessandro De Sanctis e Mons. Domenico Pompili 639.2 KB