10.04.2009 - Via Crucis vivente a Filettino

Prima Edizione – 10 aprile 2009

del Segretario C.P.P.

La rappresentazione vivente della Via Crucis a Filettino, è una realtà; il successo ed il plauso riscosso testimoniano che l’anno venturo, Dio piacendo, potrà ripetersi questa bella testimonianza di fede. L’iniziativa posta in essere dal Consiglio Pastorale Parrocchiale di Filettino, ha visto tra i promotori il consigliere Pina Pesci, che ha perorato e portato avanti con diligenza, determinazione e convinzione, l’idea di voler realizzare a tutti i costi, una via crucis vivente anche a Filettino: un paese di 500 anime. Tra i commenti più interessanti, abbiamo avuto modo di apprendere ad esempio, che molte persone hanno osservato la somiglianza fisica tra il Gesù Cristo vero ed il figurante: (Alessandro Gizzi); la Vergine Maria (Nicoletta Tardiola), e perfino Simone di Cirene (Mauro Marfoli). I  costumi sono stati cuciti a mano da Sonia e Pina Pesci, i cavalli bardati erano condotti dai  centurioni (Alessandro e Davide Formiconi, e Thomas Rossi), vi era poi la Veronica (Marina Cacciotti), Barabba (Oscar Cerrocchi), e tanti altri figuranti, tutti in veste tradizionale. Nutrita la rappresentanza del Popolo,  composto dagli anziani di Filettino. Speaker: Carmelina Tardiola. Massima soddisfazione dell’organizzazione che ha visto trasparire dagli occhi dei giovani filettinesi, l’entusiasmo di esser riusciti a portare a termine, una cosa che sembrava improponibile ed irrealizzabile. Tra le scene più “gettonate” dall’assemblea dei partecipanti, abbiamo registrato in ordine  al gradimento ed alla riproduzione veritiera:
-    le 3 cadute di Gesù ( le percosse ed i calci al “Cristo” erano vere);
-    l’incontro di Gesù con sua Madre ( struggente e commovente)
-    l’incontro con Simone di Cirene e con la Veronica
-    “ la tunica di Gesù viene giocata a sorte
-    la Crocifissione, nel panoramico scenario del Cotardo ( dal latino Costis Ardua = Rupe Scoscesa), punto panoramico del centro storico di Filettino che apre sull’inizio della Valle dell’Aniene, dove si sentiva un bellissimo eco.
Gli effetti sonori e l’impianto di illuminazione, ( Gianfranco Postella, Alessandro Loreti e Luca Fontana) sono stati eccezionali. La realizzazione dei depliant è stata opera di Oscar Cerrocchi. La costruzione della croce di legno è stata effettuata da Alessandro e Giancarlo Consalvi. Coordinamento della processione: Graziella Scocchi. La Protezione Civile di Filettino ha collaborato con i Carabinieri e la Vigilessa nel servizio di rappresentanza. Il plauso, va ai promotori dell’iniziativa, ai figuranti in  costume e SOPRATTUTTO a tutti coloro che a vario titolo, hanno permesso l’ottima riuscita della manifestazione.

Una relazione dettagliata della manifestazione uscirà su Flash da Filettino di agosto 2009