07.08.2008 - Nunzio apostolico a Filettino

di Paolo Ottaviani – Segretario del C.P.P.

Il 4 ed il 5 agosto 2008 sono stati per la Comunità Parrocchiale di Filettino, della Diocesi di Anagni – Alatri, giorni di appuntamenti e ricorrenze significativi  che sono stati festeggiati con il massimo della solennità. Si tratta delle feste dedicate alla ricorrenza dell’Incoronazione della Vergine Immacolata e della Nevicata di Roma, in virtù dell’affiliazione spirituale con la Papale Basilica di Santa Maria Maggiore di Roma. Gli importanti appuntamenti sono stati suggellati dalla presenza a Filettino del Vescovo Diocesano S. Eccellenza Mons. Lorenzo Loppa che tra l’altro ha benedetto la nuova statua della Madonna di Fatima che oggi occupa il posto in parrocchia, dove tanti anni fa, era allocata la Madonna Lignea del XIII secolo oggi custodita in altra località  per motivi di sicurezza. Il 5 agosto c’è stata invece la storica visita a Filettino dell’Ambasciatore Pontificio, il Nunzio Apostolico S. Ecc.za l’Arcivescovo Mons. Giuseppe Bertello che gode del privilegio di essere il primo tra i Nunzi Apostolici di tutto il Mondo e che nei confronti dello Stato Italiano, rappresenta la persona del Papa. Un’eminente ed illustre Autorità, scortata da un ottimo servizio di rappresentanza, dal casello autostradale di Anagni-Fiuggi a Filettino, grazie al  puntuale ordine di servizio  predisposto dalla Questura di Frosinone. L’alto prelato è stato accolto in paese da una stupenda giornata di sole, con un clima mite e veramente accettabile, se si consideravano i quasi 40 gradi di temperatura registrati nella stessa giornata a Roma. In piazza Caraffa c’era a ricevere l’Alto Prelato: L’Arciprete Parroco di Filettino, Prelato d’Onore del Papa: Mons. De Sanctis, una schiera di chierichetti, il Consiglio Pastorale al completo, la Legione di Maria, la Venerabile Confraternita di Sant’Antonio di Padova di Capistrello (AQ) i numerosi sindaci del comprensorio con fascia tricolore e gonfalone, la Banda “Città di Trevi nel Lazio” che ha eseguito l’Inno Nazionale dello Stato Città del Vaticano, il Capitano dei Carabinieri ed il Comandante della Stazione di Filettino, il Comandante della Stazione del Corpo Forestale dello Stato di Filettino, la rappresentanza del Comando Provinciale CFS di Frosinone, la Guardia di Finanza della Tenenza di Fiuggi, i Capi Reparto dei Vigili del Fuoco di Fiuggi e Frosinone, la Protezione Civile, e tante tante altre Autorità civili, militari e religiose convenute per l’evento. Hanno concelebrato con l’Arcivescovo: Mons. De Sanctis, Prevosto di Filettino;  il Parroco della gemellata città di Capistrello: Don Antonio Sterpetti, il Vicario Generale della Diocesi di Latina – Terracina – Sezze – Priverno: Mons. Mario Sbarigia,  nativo di Filettino. Il sacro rito, officiato in parrocchia  è stato animato all’organo dal maestro Andrea Moncada di Roma, che ha eseguito la “Messa della Madonna” con brani solenni del 1600 di Domenico Zipoli e Frescobaldi, molto apprezzati dall’assemblea dei fedeli che gremiva la chiesa . Il porporato è stato accompagnato in macchina da Roma a Filettino dall’autista Matteo Santucci, valido collaboratore della nostra Parrocchia e dal segretario del Consiglio Pastorale di Filettino: Paolo Ottaviani. L’Ambasciatore Pontificio, dopo aver diligentemente  commentato i brani delle sacre scritture, ha elogiato il carattere genuino di Don Alessandro, la sua forte fibra e soprattutto la sua grande fede che lo vede come Pastore della Comunità filettinese da 67 anni;( ricordiamo che il nostro Parroco compirà 90 anni a dicembre, e grazie al buon Dio, è ancora validissimo, indipendente, autonomo ed autosufficiente per assolvere al suo Ministero sacerdotale di Parroco del paese).Il Nunzio, ha detto, a proposito di Don Alessandro, : “È un uomo che merita la nostra riconoscenza e venerazione”. Al termine del sacro rito, durante il tragitto che conduce dalla Parrocchiale alla piazza del paese, non ha dimenticato di elogiare la bellezza dell’integrità dei nostri boschi e del paesaggio incontaminato che circonda Filettino: la varietà di biodiversità, e soprattutto la copertura compatta ed omogenea della faggeta che da Trevi si snoda a perdita d’occhio fino al Monte Viglio, donano un verde terso ed intenso indice di frescura e di salubrità dell’aria in questa zona incontaminata dei Simbruini. Al termine della celebrazione, l’Ambasciatore ha visitato il Museo dell’Arte e della Civiltà contadina ideato e realizzato presso lo storico palazzo Graziani, dal Consiglio Pastorale Parrocchiale. Il Nunzio si è soffermato ad ascoltare la spiegazione ed il funzionamento di taluni oggetti ed arnesi antichi esposti; attrezzi che ricordavano la sua fanciullezza nel paese nativo. La signora Angela Cotoloni, consigliera del Consiglio Pastorale ha illustrato con competenza e precisione ogni dettaglio ed ogni particolare degli oggetti esposti nel Museo. Ha fatto seguito un doveroso e meritato  rinfresco, al quale hanno preso parte le Autorità convenute, che è stato offerto dalla Parrocchia,  presso la sala comunale San Bernardino da Siena di Filettino.

AllegatoDimensione
20080807_NunzioApostolico_01.jpg21.47 KB
20080807_NunzioApostolico_02.jpg14.85 KB
20080807_NunzioApostolico_03.jpg18.62 KB
20080807_NunzioApostolico_04.jpg9.96 KB
20080807_NunzioApostolico_05.jpg21.32 KB
20080807_NunzioApostolico_06.jpg32.15 KB
20080807_NunzioApostolico_07.jpg34.09 KB
20080807_NunzioApostolico_08.jpg14.21 KB
20080807_NunzioApostolico_09.jpg23.86 KB
20080807_NunzioApostolico_10.jpg20.99 KB
20080807_NunzioApostolico_11.jpg27.82 KB
20080807_NunzioApostolico_12.jpg16.13 KB